Cryo-Save logo CryoSave

Prospettive Future

L'utilizzo del sangue cordonale nei pazienti in età pediatrica è aumento in maniera costante a partire dal 1999. Nel 2011 la metà dei trapianti nei bambini, è avvenuto utilizzando cellule staminali da sangue cordonale.

I Pareri Degli Esperti

Al di là delle attuali applicazioni di sangue cordonale nei trapianti, sono in corso studi clinici tesi a scoprire possibili future applicazioni terapeutiche.

Questi studi indagano sulla sicurezza, l’efficacia e gli effetti potenzialmente negativi dei nuovi trattamenti sugli esseri umani. Il ClinicalTrials.gov è un registro che contiene la maggior parte degli studi clinici in corso, condotti tanto nel settore pubblico quanto in quello privato. Esso presenta un elenco con oltre 4.000 studi sulle cellule staminali, di questi oltre 200 hanno utilizzato cellule staminali del sangue cordonale, e il loro numero è in aumento.

Dr. Marcin Jurga

Il Dott. Marcin Jurga, R & D Manager presso la Cell Factory di Niel, in Belgio:

Oltre alle attuali terapie che utilizzano cellule staminali emopoietiche del sangue del cordone ombelicale, vi è un numero crescente di studi clinici utilizzanti le cellule staminali mesenchimali per il trattamento di malattie non ematopoietiche, come le applicazioni ortopediche, malattie da rigetto, malattie cardiache, malattie del fegato, diabete, malattie neurologiche e molte altre. Queste cellule sono utilizzate anche in applicazioni di ingegneria tissutale per la creazione di organi artificiali, prodotti in laboratorio, utilizzati a loro volta per sostituire tessuti danneggiati dopo il trapianto. I risultati di questi trials, e della ricerca preclinica, consentiranno nel futuro di implementare terapie più efficaci a base di cellule staminali.".

Prof. Dr. Daniel Surbek

Il Prof. Daniel Surbek, del Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia, dell’Inselspital di Berna in Svizzera:

"Studi recenti suggeriscono che il trapianto di cellule staminali, provenienti dal cordone ombelicale, possa essere utilizzato come trattamento in caso di grave danno cerebrale perinatale, causato da parto anticipato o neonatale. Le cellule staminali trapiantate, possono rigenerare il tessuto danneggiato neurale e ripristinare la funzione del sistema nervoso centrale. A tal proposito sono in corso diversi studi clinici condotti su bambini affetti da paralisi cerebrale".

Dr. Csaba Papp

Il Dott. Csaba Papp, professore associato e medico genetista presso la Semmelweis University di Budapest, Ungheria:

"La conservazione del tessuto del cordone ombelicale, insieme a quella del sangue cordonale, non rappresenta solo la possibilità per ottenere cellule staminali mesenchimali, ma un modo per produrre altre cellule che sono importanti per le future terapie che utilizzeranno le cellule staminali."

8Search for Studies search term “stem cells”. ClinicalTrials.gov. Web. 28 Sept. 2012.